Il rigattiere milanese dove si scopre che anche i fascisti temevano le cimici

Milano è piena di negozi ma quelli più interessanti si nascondono qua e là, in ordine sparso nella città, e spesso si trovano per una soffiata di qualche amico o conoscente.

Leone, un vecchio rigattiere, ha la sua bottega in via Uberti, e la si riconosce perchè di solito fuori c’è una vecchia sedia impagliata o altro oggetto vecchio e un po’ malandato. Non lo mette lì per attirare i clienti, come in certe città di provincia si fa con la pizza (mi ricordo che lo facevano a Pisa, una delle pizzerie più tristi e cattive del centro, mi sono sempre chiesta se cambiava la pizza tutte le mattine), ma perchè dentro non ci sta più niente.

E dunque bisogna guardare e scovare. Cosa che a me piace tantissimo. Ed ecco il mio ultimo ritrovamento:

Mobile da ufficio dell'epoca fascista, con ampio scomparto per carte segrete

Mobile da ufficio dell’epoca fascista, con ampio scomparto per carte segrete

Premesso che urge sempre più il corso di fotografia pratica, il mobile da ufficio ha due cassettini davanti e una porta sul fianco, che secondo Leone serviva a contenere documenti segreti. Ora guardando bene il mobile e utilizzandolo, la porta laterale non sembra così ben nascosta. Soprattutto se si pensa che gli uffici del tempo del fascismo erano molto più grandi di quelli in cui ora passiamo molte delle nostre giornate.

Ma è interessante che si sia trasmessa quest’idea (corretta peraltro) del fascismo come potere losco e con molto da nascondere. Resta solo da chiedersi, e forse gli storici ci possono rispondere, se ci fossero anche le cimici, che il decaduto Berlusca immaginava fossero nel suo letto, e non stiamo parlando di quelle verdi e maleodoranti….

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s